Effetto melatonina sulla ghiandola tiroidea

Effetto melatonina sulla ghiandola tiroidea

Melatonina è un ormone ben noto con un pronunciato impatto positivo sul benessere umano. È un biomarcatore per la regolazione del ciclo di risciacquo destro e offre sempre soluzioni per diversi problemi come forti mal di testa. La funzione tiroidea è influenzata positivamente prendendo la melatonina e la melatonina influisce anche sul sistema immunitario. In breve, la melatonina può essere una buona scelta ovunque quando si tratta di mantenere la funzione tiroidea, mantenendo il metabolismo e la modulazione delle funzioni immune. Non puoi fare a meno di esso durante il controllo di qualsiasi sistema.

Sintesi dell'ormone della tiroidea dovuta a specie reattive di ossigeno (ROS)

Gli ormoni tiroidei sono prodotti dalla tiroide e possono essere sostanzialmente suddivisi in tre gruppi.

- Tryodthyronin, chiamato anche T3

- Tetraiodopthyronin, chiamato anche T4 o tiroxina

- calcitonina.

Questi ormoni tiroidei sono formati nella ghiandola tiroidea da specie reattive di ossigeno. I composti tra specie reattive di ossigeno e antiossidanti sono così vicini che gli antiossidanti sono responsabili della rimozione della specie di ossigeno reattivo nocive (ROS) dalle cellule corporei e dagli organi. Indubbiamente, queste specie reattive di ossigeno sono essenziali per un funzionamento ottimale delle cellule in quanto eseguono reazioni ossidative nelle cellule.

Tuttavia, se usato in eccesso, diventano disfunzionali e impostano le cellule del corpo in stress ossidativo che possono facilmente danneggiare le cellule. Tuttavia, queste specie reattive di ossigeno soddisfano anche la funzione della sintesi ormonale della tiroidea, che si svolge nella ghiandola tiroidea. In questo modo, gli ormoni tiroidi sono prodotti e servono i processi metabolici più importanti del corpo.

 

Come fa la melatonina regola la funzione della ghiandola tiroidea?

 

La maggior parte delle ricerche riguarda un aspetto dell'effetto della melatonina sulla funzione tiroidea, vale a dire con il ruolo della melatonina come antiossidante. Esistono numerose indagini e studi sperimentali che affrontano l'effetto dell'assunzione melatonica alla funzione tiroidea. Alcuni di loro sono arrivati ​​alla conclusione che ci sono cellule C specializzate nella tiroide, che sono responsabili della produzione di melatonina. Questo è fatto nel contesto del trattamento dell'ormone stimolante della tiroide, che è principalmente collegato alla produzione T4. Ciò mostra chiaramente che la melatonina e la tiroide che stimolano l'ormone compensa l'un l'altro.

Un aspetto importante è che la melatonina in eccesso blocca la proliferazione delle cellule tiroidee e in definitiva impedisce la sintesi dell'ormone della tiroide. Quindi non ci dovrebbe essere un'assunzione cronica di melatonina, ma attenzione alla moderazione.

 

Melatonina, tiroide ed equilibrio tra dormire e guardie

L'assunzione di melatonina risulta essere utile nel far fronte ai sintomi del jet lag insomnia. Questa è una forma di giorno di sonno che disturba il funzionamento dell'intero giorno e porta debolezza e problemi nella routine quotidiana. Questi problemi di sonno e faglie di fatica passano più frequentemente con il paziente con disturbi della tiroide. La produzione di ormone stimolante della tiroide (TSH) e T3 dipende dal ritmo della cera del sonno e dai cicli di luce naturale.

Pertanto, le modifiche oi guasti del comportamento del sonno in definitiva portano a cambiamenti nello specchio degli ormoni stimolanti della tiroide. Il lavoro di rivestimento notturno porta a cambiamenti nello specchio della tiroide, dell'insulina e degli ormoni sessuali, che aumenta il rischio di malattie autoimmuni. L'assunzione di melatonina prima del sonno può ottenere il problema del sonno irregolare e dello specchio della tiroide che stimola gli ormoni sotto controllo. La dose giornaliera ottimale di melatonina per questo scopo è di 0,5 o 5 mg. La funzione della tiroide è migliorata, ma i valori TSH associati ai meccanismi di sonno corretti possono essere mantenuti da soli dall'assunzione una tantum di melatonina.

Il ruolo della melatonina nell'ipotiroidismo

Uno studio sperimentale ha dimostrato che la melatonina può ridurre efficacemente i sintomi dell'interfaccia tiroidea agendo sul sistema tiroideo pituitaria e elimina quindi i segni della paura e della depressione.

 

Al riassunto

 

Notevoli intuizioni suggeriscono che l'assunzione di melatonina migliora la funzione tiroidea, mantenendo l'ormone stimolante della tiroide e prevenendo i disturbi del sonno attribuibili esclusivamente a uno squilibrio della tiroide. La melatonina può agire efficacemente come antiossidante, e il suo effetto inibitorio sulla secrezione degli ormoni tiroidei lo rende una scelta eccellente nel trattamento dell'ipertiroidismo.

Alcune persone scelgono preparati a melatonina per risolvere i loro problemi di sonno, ma in questo caso dovrebbero prima consultare un medico. Dovrebbero prendere questi supplementi dopo la prescrizione e nella quantità desiderata, in quanto può verificarsi nell'assunzione cronica di melatonina a complicazioni ovvie come vertigini, nausea, ansia e mal di testa. Al fine di evitare tutti gli scenari e godere di un buon stato di salute, la melatonina dovrebbe essere presa con moderazione e non in eccesso.

 

 

 

Meglio dormire

Più energia

Meno stress